lug 6, 2021

Questo accordo consentirà l’accesso ad un mercato di oltre 180 milioni di persone, con esenzione doganale per il 99% dei prodotti destinati al mercato eurasiatico.

Il Ministro del commercio ha ricordato che il nuovo accordo ha mantenuto un alto grado di liberalizzazione degli scambi, sulla base degli accordi bilaterali di libero scambio della Serbia con la Federazione Russa, Bielorussia e Kazakistan. Questo regime commerciale è stato esteso anche ad Armenia e Repubblica Kyrgyza, grazie all’ulteriore liberalizzazione delle esportazioni serbe verso l’UEE

Con questo accordo di libero scambio la Serbia ha un vantaggio significativo per l’esportazione verso il mercato russo, uno dei principali obiettivi dei negoziati, visto che circa il 90 per cento del commercio estero totale tra la Serbia e i paesi del SEE riguarda la Federazione Russa.

L’accordo non è utile solamente alle aziende locali che fanno affari con questi Paesi, ma un incentivo per l’ingresso di investimenti esteri, specialmente quelli orientati all’esportazione verso i paesi dell’EEU.


Fonte: Serbian Monitor