lug 26, 2017

Saranno operativi da settembre tre strumenti agevolativi per P.M.I. e Grandi Imprese, finalizzati ad incentivare programmi di acquisizione servizi, innovazione, ricerca e sviluppo, in linea con la strategia di specializzazione intelligente (S3) definita dalla Regione FVG.
Particolare attenzione andrà posta sulle definizioni di “Soggetti beneficiari” (che dovranno essere all’interno delle aree di specializzazione individuate a livello regionale oppure precisati da specifici elenchi di codici Ateco allegati ai bandi) e “Progetti ammissibili” (che dovranno essere attinenti alle traiettorie di sviluppo definite sempre a livello regionale).

BENEFICIARI: I soggetti destinatari delle tre diverse linee di contributo (sintetizzate di seguito) sono le imprese regionali la cui attività sia riferibile ad uno dei seguenti macro-settori:

• agro-alimentare;
• filiera produttiva metalmeccanica;
• filiera sistema casa;
• tecnologie marittime (solo per i bandi 1 e 2);
• smart health (solo per i bandi 1 e 2).

Bando 1
VOUCHER PER SERVIZI INNOVATIVI
Sostegno per l’acquisto di consulenze e servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale.
Si tratta di un’agevolazione per supportare le PMI nell’acquisto di servizi e consulenze esterne volti a promuovere attività di innovazione.
Sono ammissibili le seguenti tipologie di servizi (per un maggior dettaglio/definizione degli stessi scriveteci al fine di potervi inviare il
“catalogo” completo):
• studi di fattibilità per progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, compresa la consulenza per la partecipazione ai programmi della UE,
dello Stato e di altri enti pubblici in materia;
• servizi di audit;
• servizi per l’innovazione di concetto;
• servizi per l’innovazione organizzativa;
• servizi di supporto all’innovazione strategica;
• servizi per l’innovazione di prodotto e di processo produttivo;
• servizi per l’efficienza energetica e la responsabilità ambientale;
• servizi per l’innovazione commerciale e l‘internazionalizzazione;
• servizi di progettazione per ricerca e sviluppo;
• servizi di sperimentazione;
• servizi di ricerca contrattuale;
• servizi di valorizzazione/supporto della proprietà intellettuale;
• servizi di supporto alla certificazione avanzata.

Si tratta di un contributo a fondo perduto con intensità di agevolazione pari al 50 % della spesa ammissibile e fino ad un importo massimo di 20.000 € di contributo.
Le domande potranno essere presentate dal 20/09/2017 fino al 20/11/2017 per via telematica; il contributo è assegnato secondo
l’ordine di presentazione delle domande. Saranno operativi da settembre tre strumenti agevolativi per P.M.I. e Grandi Imprese, finalizzati ad incentivare programmi di acquisizione servizi, innovazione, ricerca e sviluppo, in linea con la strategia di specializzazione intelligente
(S3) definita dalla Regione FVG.
Particolare attenzione andrà posta sulle definizioni di “Soggetti beneficiari” (che dovranno essere all’interno delle aree di specializzazione individuate a livello regionale oppure precisati da specifici elenchi di codici Ateco allegati ai bandi) e “Progetti ammissibili” (che dovranno essere attinenti alle traiettorie di sviluppo definite sempre a livello regionale).

Bando 2
AIUTI ALL’INNOVAZIONE DI PROCESSO E DELL’ORGANIZZAZIONE
Sostegno all’innovazione attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative nei processi, nei prodotti e nelle formule organizzative.
Si tratta di un agevolazione per attività di innovazione di processo e dell’organizzazione. Le grandi imprese possono partecipare purché in collaborazione con almeno una PMI.
Sono ammissibili le spese connesse al progetto, quali:
• personale;
• strumenti e attrezzature;
• consulenze qualificate;
• prestazioni e servizi da parte di soggetti esterni;
• beni immateriali (brevetti, know-how, diritti di licenza, software, ecc.);
• materiali e spese generali.

L’intensità di aiuto è del 40% per le PMI (50% in caso di collaborazione tra imprese) e del 15% per le grandi imprese. Le domande possono essere presentate per via telematica dal 18/09/2017 ed entro il 19/10/2017; il contributo è assegnato secondo
un procedimento valutativo a graduatoria che considera principalmente la qualità del progetto e la sua aderenza con la strategia
di specializzazione intelligente.
Bando 3
AIUTI A PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO
Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti o servizi.
Si tratta di un’agevolazione per progetti rivolti alle aree di specializzazione Agroalimentare e Filiere produttive strategiche
(Metalmeccanica e Sistema casa).
I progetti devono essere realizzati in almeno una delle 3 forme collaborative previste: collaborazione tra imprese indipendenti,
collaborazione con enti di ricerca, collaborazione con altri soggetti indipendenti dall’impresa in forma di consulenze contrattualizzate di R&S.
Sono ammissibili le spese connesse al progetto di R&S, quali:
• personale;
• strumenti e attrezzature;
• consulenze qualificate;
• prestazioni di terzi (prototipazione, test, servizi di brevettazione, ecc.);
• beni immateriali (brevetti, know-how, diritti di licenza, software, ecc.);
• realizzazione interna di prototipi (prestazioni, materiali, ecc.);
• materiali di consumo e spese generali.

L’intensità di aiuto base per la ricerca industriale è del 65%, 55% e 45% rispettivamente per le PMI, le medie imprese e le grandi imprese; il contributo per lo sviluppo sperimentale è del 40%, 30% e 20% rispettivamente per le PMI, le medie imprese e le grandi impresa. Il contributo è superiore (fino al 75% per la ricerca e il 55% per lo sviluppo) in caso di collaborazione tra imprese.
Le domande possono essere presentate per via telematica dal 18/09/2017 ed entro il 19/10/2017; il contributo è assegnato secondo
un procedimento valutativo a graduatoria che considera principalmente la qualità del progetto e la sua aderenza con la strategia
di specializzazione intelligente.

Per ulteriori informazioni siamo a Vostra disposizione qui.

Fonte: Studio BRC & Associati