lug 2, 2020

Il 3 giugno 2020 il comitato della coalizione ha concordato un pacchetto globale di stimoli economici e un pacchetto di misure per il futuro. Esso comprende, tra l’altro, le seguenti misure di riduzione fiscale:

Riduzione dell’imposta sul valore aggiunto

L’aliquota d’imposta ordinaria è stata ridotta dal 19% al 16% dall’1.7.2020 al 31.12.2020. Nello stesso periodo l’aliquota fiscale ridotta diminuirà dal 7% al 5%. Il fattore decisivo per l’applicazione delle aliquote fiscali ridotte sarà probabilmente il momento della prestazione. Ai sensi dell’articolo 27, comma 1, primo periodo della legge tedesca sull’imposta sul fatturato (Umsatzsteuergesetz-UStG), le modifiche a questa legge si riferiscono al fatturato a partire dalla data di entrata in vigore della disposizione di modifica, salvo diversa indicazione. Di conseguenza, l’accordo e il ricevimento del compenso non sono determinanti. La data di fatturazione o la data di pagamento della fattura è ugualmente irrilevante. Ciò vale anche per i servizi parziali. Dal disegno di legge sono attese norme vincolanti per l’attuazione.

Imposta sul fatturato all’importazione

La data di scadenza dell’imposta sul fatturato all’importazione viene posticipata di dieci giorni al 26 del secondo mese successivo. In questo modo si intende rafforzare la liquidità delle aziende.

Deprezzamento decrescente

Per fornire un incentivo agli investimenti, il governo di coalizione sta reintroducendo l’ammortamento “a saldo decrescente”. Secondo la delibera, l’ammortamento in diminuzione dovrebbe essere possibile fino a 2,5 volte l’aliquota di ammortamento a quote annuali costanti, fino a un massimo del 25% dei costi di acquisizione o del valore residuo.

Estensione del riporto delle perdite fiscali

Secondo la normativa vigente, le perdite fino ad un importo di 1 milione di euro o, nel caso di un investimento collettivo di 2 milioni di euro, 1 milione di euro può essere riportato al periodo di investimento precedente. Il pacchetto di stimolo economico estende il riporto delle perdite per gli anni 2020 e 2021 ad un massimo di 5 milioni di euro e 10 milioni di euro (nel caso di un investimento collettivo). La decisione prevede l’introduzione di un meccanismo che consenta di utilizzare questo riporto con effetto finanziario immediato nella dichiarazione dei redditi del 2019. E’ in discussione una riserva COVID, che sarà rilasciata nuovamente entro la fine del 2022. E’ atteso Il disegno di legge completo di dettagli.

Aggiornamento dell’imposta sul reddito delle società

Si è anche deciso di aggiornare il diritto tributario per le imprese. Secondo la risoluzione, è previsto un modello opzionale per l’imposta sul reddito delle società di persone.



Fonte: Questo articolo è stato pubblicato dal nostro partner Fricke & Kollegen