Nov 20, 2019

In arrivo dal 1° luglio 2020 un portale elettronico per gli appalti pubblici

19/11/2019Author Nicola Dotto

Un nuovo portale per gli appalti pubblici sarà introdotto in Serbia dal 1° luglio 2020, il quale consentirà lo svolgimento elettronico delle procedure di appalto pubblico. Il Ministero delle finanze afferma a “Tanjug” che ciò garantirà una maggiore trasparenza nelle procedure.

Si prevede che anche le offerte vengano aperte elettronicamente, il che contribuirà ad accrescere la fiducia delle aziende nel sistema e, di conseguenza, aumenterà la concorrenza nelle procedure stesse di appalto.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Tra le novità ci sono nuovi importi, soglie fino alle quali la legge non si applica o inizia ad applicarsi. La novità è anche un nuovo tipo di procedura di appalto: un partenariato per l’innovazione che le amministrazioni aggiudicatrici possono realizzare se necessitano di beni, servizi o lavori innovativi che non possono essere realizzati attraverso appalti o lavori disponibili sul mercato.

Il partenariato per l’innovazione contribuisce, spiegano al Ministero delle finanze, allo sviluppo di beni, servizi o lavori innovativi e al loro appalto successivo, a condizione che siano assicurati conformemente al grado di progettazione richiesto e nei limiti dei costi concordati tra l’amministrazione aggiudicatrice e i partecipanti al partenariato.

La legge proposta prevede termini più brevi per determinate procedure di appalto pubblico nei settori della sanità e dell’assistenza sociale e della cultura. Nuovi criteri per l’aggiudicazione degli appalti sono stati introdotti in modo tale da prevedere che gli appalti pubblici siano assegnati all’offerta economicamente più vantaggiosa, che è determinata sulla base del prezzo o del costo, o del rapporto prezzo/qualità, vale a dire costo/qualità.

Gli appalti pubblici di servizi sociali e altri servizi speciali, che comprendono servizi nel campo della sanità e dell’assistenza sociale, nonché della cultura, saranno effettuati nell’ambito di un regime speciale e più morbido, grazie a termini più brevi nella procedura.

Il Ministero delle finanze aggiunge che sono state introdotte anche nuove tecniche e strumenti di aggiudicazione degli appalti e un sistema di qualificazione con cataloghi elettronici. Nel settore della protezione dei diritti nelle procedure di appalto pubblico, sono previste soluzioni che renderanno più efficiente la procedura di tale protezione. Le spese amministrative per la presentazione di una richiesta di protezione dei diritti sono state ridotte e la decisione relativa ai reati previsti dalla legge sugli appalti pubblici sarà trasferita alla giurisdizione dei tribunali per i reati minori.